domenica 14 giugno 2015

Sabato 27 Giugno serata di inizio estate all’insegna dei canti della tradizione popolare piemontese

Sabato 27 giugno - ore 21 in piazza Umberto I nello scenario dell’antico borgo medievale, proporremo una serata di inizio estate all’insegna dei canti della tradizione popolare piemontese, occitana dal titolo L'òn ch'a cantava "e contava" nòsta gent ëd ieri: concerto vocale della  CAMERATA CORALE LA GRANGIA diretto dal maestro Angelo Agazzani.

I canti, registrati per la più parte dalla viva voce delle Virtuose Memorie piemontesi, presentano momenti di vita - perlopiù contadina , ma anche della nobiltà Sabauda ormai dimenticati. 

Il concerto, con la presentazione di ogni canto fatta dallo stesso direttore Angelo Agazzani, diventa così un percorso che musicalmente, inizia dal ricordo delle prime canzoncine-tiritere dell'infanzia per passare al lavoro, alla condizione giovanile specie della donna, alla storia militare, ai temi epico-lirici della condizione matrimoniale.

Il tutto con il supporto di un elegante libretto, donato gratuitamente al pubblico con i testi dei canti  eseguiti e la relativa traduzione in lingua italiana.

Saranno interpretati sedici canti per la durata di un’ora e mezzo circa.



La serata sarà preceduta  alle 20,30 dall’ inaugurazione del “Cammino della poesia” Le stagioni del tempo dedicato al “nostro” poeta  PIERANTONIO MILONE, dal 2007 componente della giuria del “Premio Roddi”.

Libero docente in Patologia Speciale Medica presso l’Università di Torino, è primario emerito di Medicina nell’Ospedale Molinette di  Torino.

Vincitore di numerosi premi letterari, ha pubblicato: tre libri di saggistica“Nei tuoi occhi tristi mi sono specchiato” Premio Speciale della Giuria Cesare Pavese (1995), “Il coraggio di esistere” e “L’inquietudine della fede”; tre sillogi di poesia: “Coloriture di silenzi, (1996) e La luce della“ terra”(1999), Come in uno specchio (2007).

Anche la pittura, come la poesia, è per Milone espressione di stati d’animo profondi volta ad immortalare “ il lato segreto delle cose”.