sabato 10 gennaio 2015

Le poesie della festa di Natale

Le poesie di Natale dei bambini di Roddi lette dagli autori la sera del 19 Dicembre,  festa di Natale, organizzata dall'associazione PREMIO RODDI con la collaborazione di Giovanni Tesi  dal titolo "Il canto dei presepi"

Un dono speciale di Roberto Piumini

Quest’anno il Natale
mi ha fatto un bel dono
un dono un po’ speciale. (1)

Mi ha dato allegria
canzoni cantate
in gran compagnia.(2)

Mi ha dato pensieri
parole e sorrisi
di amici sinceri. (3)

Dei vecchi regali
non voglio più niente,
ad ogni Natale
io voglio la gente. (4) 



(1) A Natale anche noi possiamo fare
un regalo speciale con il cuore alla nostra famiglia

(2) Il Natale ci ha donato molta felicità e mi ha fatto
cantare il cuore

 (3) A Natale nella mia mente ho pensieri carini
e sorrisi di amici sinceri
(4) Io a Natale non voglio più regali,
voglio solo aiutare la gente in difficoltà.
 

Bambini cl. 2^ sc. Primaria

Natale, un giorno speciale
A Natale pace e amore
fan felice ogni cuore.
Ecco Giuseppe, Maria e il Bambinello
dentro la grotta col bue e l’asinello.
Fuori nel buio ci sono i pastori
con gli angioletti che cantano i cori.
Andiamo anche noi, andiamo da loro,
andiamo a portare il nostro tesoro:
una preghiera di pace e di amore
una preghiera che viene dal cuore.
 

Bambini cl . 2^ catechismo

Per me Natale è

Per me Natale è
festa di luce
perché nasce Gesù.

È la festa più bella
perché porta la pace.
Gesù nasce al freddo
povero in una mangiatoia
e per noi risplende
una giornata di gioia.

 Bambini cl. 3^ catechismo

Grazie Gesù Bambino
Grazie Gesù Bambino
per averci dato la vita e il mondo.
Grazie Gesù Bambino per la neve
che con fiocchi candidi e leggeri
ricopre i prati dove felici
giochiamo con gli amici.

 Bambini cl. 3^ catechismo 


Natale è...

Gesù che nasce
I doni fatti con il cuore
Festa per bambini e adulti
La stella di natale
Mangiare il panettone e il torrone
Essere tutti più buoni
La festa della luce
La veglia con le candele accese.

Bambini cl. 3^ sc. primaria

Il dono

Un dono va fatto con cuore e tanto amore.
Natale è il dono di Gesù Bambino
Nato al freddo e al gelo.
Paglia, bue, asinello
L’han reso ancora più bello.

Bambini cl. 3^ sc. primaria



Filastrocca della nascita.

L’angelo appare a Giuseppe
nel deserto pieno di steppe
e annuncia a Maria
che il suo bambino
sarà divino.

Maria si confida con Elisabetta:
anche lei un figlio aspetta.

Giuseppe e Maria s’incamminano per il censimento
in groppa all’asino sopportando il vento.

Cantano gli angeli la nascita di Gesù,
mentre i pastori dalle colline scendono giù.
L’arrivo dei Re Magi guidati da una stella,
rende questa notte ancor più bella.
 

Bambini classe 4^ sc. primaria

È vicino

“È vicino”
Sussurra tra i pini
il gelido vento invernale

“È vicino”
Ripetono in coro
le voci gioiose dei bimbi

“È vicino”
Annunciano
le melodie festose delle strade illuminate.

“È vicino”.
Il Natale è vicino!
Portiamo insieme
messaggi
d’amore
di speranza
di perdono.


Bambini catechismo cl. 4^ e 5^



Acrostici

Natale
Addobba
Tutto:
Allegria
Luce
Euforia


Noi
Amici
Veri
Insieme
Diamo
Amore
Donando



Cantiamo
Happy
Ridendo
Insieme
Sotto
Tutti
Magici
Alberi
Splendenti

Nascono
Ora
Ëmozioni
Luminose



Natale per tutti


Natale segni di armonia
La neve scende e porta allegria:
Le campane suonano intonate
Le persone appendono luci colorate.
La chiesa si sta riempiendo di gente
Mentre i bambini corrono lentamente
Per avvicinarsi all’altare
Tutte le persone stanno ad aspettare.
Anch’io sono emozionato
E un dono ho preparato.
Evviva il Natale sorprendente
Perché è una festa coinvolgente.

 

Il Natale

Il Natale è una festa speciale
la neve vien giù piano piano
e tutta la gente si dà la mano.

Il Natale è la festa dei doni
E noi mangiamo i panettoni
diventando tutti più buoni.


Il Natale è la festa che illumina
I biscotti nella cucina
Mentre li prepara una bambina.

Il Natale conta niente
Se non lo vive tutta la gente:
tutti sono amici e vanno via felici.


Bambini classe 5^ scuola primaria

Oggi, come allora

Oggi come allora, c’è chi non ha doni da offrire
Perché è senza lavoro

Oggi come allora, c’è chi non osa avvicinarsi agli altri
Perché è bloccato dalle proprie insicurezze

Oggi come allora, c’è chi si sente distante da Dio e dai fratelli
Perché pensa solo più a se stesso

Oggi come allora, c’è chi teme il giudizio degli altri
Perché non ha mezzi per apparire né per comprare

Oggi come allora, ognuno di noi è troppo povero
Per presentarsi davanti a Gesù

Oggi, come allora


Ma non conta la nostra povertà

Quello che conta è che Gesù viene
Per arricchirci col suo amore

Oggi, come allora


 

 Ragazzi catechismo cl. 2^ media



NATALE, UN GIORNO
di Hirokazu Ogura

Perché
dappertutto ci sono cosi tanti recinti?
In fondo tutto il mondo e un grande recinto.

Perché
la gente parla lingue diverse?
In fondo tutti diciamo le stesse cose.

Perché
il colore della pelle non è indifferente?
In fondo siamo tutti diversi.

Perché
gli adulti fanno la guerra?
Dio certamente non lo vuole.

Perché
avvelenano la terra?
Abbiamo solo quella.

A Natale - un giorno - gli uomini andranno d’accordo in tutto il mondo.
Allora ci sarà un enorme albero di Natale con milioni di candele.
Ognuno ne terrà una in mano, e nessuno riuscirà a vedere l’enorme albero
fino alla punta.
Allora tutti si diranno "BUON NATALE!" a Natale, un giorno.

 Testo interpretato dai ragazzi della 1^ media

Nessun commento:

Posta un commento